REGOLE DEL BURRACO - Formazione del burraco

Ricevi 5€ di BonusLa chiusura della mano può avvenire solo dopo essere andato a pozzetto e aver realizzato almeno un burraco. Quest'ultimo traguardo si ottiene più facilmente con l'ausilio delle carte del pozzetto.

Fare burraco con carte in sequenza scalare può essere più facile che farlo con carte dello stesso valore facciale. Questo è il motivo perchè, quando possibile, è convenient puntare sugli accoppiamenti statisticamente più probabili. Ovviamente vanno perseguite entrambe le strade confidando pricipalmente nell'analisi del calcolo; raramente sul caso. Il raggiungimento di questo traguardo, oltre a portare tanta acqua al proprio mulino ai fini del punteggio, è condizione necessaria per la chiusura della mano. Bisogna sempre tenere presente questo aspetto dl gioco; spesso è preferibile rischiarne un tantino in più pur di arrivare subito alla formazione del burraco. Ottenuto quest'ultimo obiettivo, saranno l'intuito e l'esperienza del giocatore a scegliere di chiudere subito la manche, se è possibile, oppure continuare per accumulare un magior numero di punti. La scelta è condizionata da vari elementi, come l'andamento generale della mano, le carte dell'avversario, il raggiungimento del punteggio per la chiusura della partita, altro.

Non è sempre agevole calcolare quiali sono le canaste di sette elementi statisticamenti più probabili. Nella tabella si può tracciare il migliore percorso da seguire.

L'inserimento del jolly o della pinella all'interno della canasta facilita di molto la probabiltà che si arrivi a mettere insieme i sospirati sette elementi per fare burraco.

Probabiltà di formazione del burraco

Carte iniziali Carte potenzialmente utili Osservazioni
Ac - Kc Qc-Qc-Jc-Jc-10c-10c-9c-9c-8c-8c Solo una delle due carte doppie può essere usata per la sequenza scalare
9c - 8c Ac-Ac-Kc-Kc-Qc-Qc-Jc-Jc-10c-10c-7c-7c-6c-6c-5c-5c-4c-4c-3c-3c Come sopra. La scala bilaterale ha una probalità maggiore di formari rispetto a quella aperta da un solo lato
Kc-Kp Kc-Kf-Kp-Kf-Kq-Kq La probabilità di formazione del burraco è compresa tra quella della scala bilaterale e quella della scala aperta da un solo lato
Ac-Kc-Qc Jc-Jc-10c-10c-9c-9c-8c-8c Come sopra

10c-9c-8c

Ac-Ac-Kc-Kc-Qc-Qc-Jc-Jc-7c-7c-6c-6c-5c-5c-4c-4c-
Kc-Kp-Kq Kc-Kp-Kf-Kf-Kq
Ac-Kc-Qc-Jc 10c-10c-9c-9c-8c-8c
10c-9c-8c-7c Kc-Kc-Qc-Qc-Jc-Jc--6c-6c-5c-5c-4c-4c-
Kc-Kp-Kq-Kq Kc-Kf-Kp-Kf-
Ac-Kc-Qc-Jc-10c 9c-9c-8c-8c
Qc-Jc-10c-9c-8c-7c Kc-Kc-6c-6c-
Kc-Kp-Kq-Kq-Kc Kc-Kp-Kf
Ac-Kc-Qc-Jc-10c 9c-9c-8c-8c
Jc-10c-9c-8c-7c Kc-Kc-Qc-Qc-6c-6c-
Kc-Kp-Kq-Kq-Kc Kp-Kf-Kf All'aumentare delle carte iniziali è più probabile una scala semiaperta
Ac-Kc-Qc-Jc-10c-9c 8c-8c
Qc-Jc-10c-9c-8c-7c Kc-Kc-6c-6c- La scala bilaterale è sempre più probabile delle altre combinazioni.
Kc-Kp-Kq-Kq-Kc-Kp Kf-Kf

Come vedete nella tabella, la probabiltà teorica di fare burraco da una scala bilaterale è sempre più alta della altre combinazioni, la scala bilaterale è quella aperta da entrambi i lati.

La canasta che inizia con A-K o A-2(pinella) è la più difficile da completarsi.

I giocatori di carte sanno che laprobablità teorica è cosa ben diversa dalla reale possibilità di fare determinati accoppiamenti. La probabilità reale è quella che tiene conto delle carte già utilizzate o che per vari motivi non possono essere pescate o scartate.

Escludendo la presenza di jolly o pinella, òa formazione del burraco in sequenza scalare è possibile solo con la presenza del 8 o del 7. In ordine descrescente, a partire dall'asso, il burraco puro termina con l'otto; in ordine crescente dall'asso finisce col sette. Statisticamente l'otto e il sette, sono le carte più richieste, se possibile, evitate di scartarle.

Solo giocatori esperti ed attenti possono ottenere il massimo ; in un tempo più o meno lungo la componente foruna si affievolisce, vince chi sbaglia di meno. Non è superfluo ripetere che ammazzare il drago è la fase più delicata di questo gioco; la formazione di almeno un burraco è condizione necessaria per la chiusura della manche.